Barista Campus

Che cos’è il Barista Campus?

Un vero e proprio Campus a 360° dedicato al mondo del Barista.

Quattro (4) mesi da Aprile a Luglio a Bari, nei quali tratteremo argomenti di:

-Caffetteria

-Latte Art

-Mixology

-Flair

-Cultura Birraria

-Degustazione Birraria

-Metodi di Spillatura

-Comunicazione efficace

-Barmanager

-Social Media Marketing.

Una vera e propria scuola insomma, con lezioni che si svolgeranno 4 giorni a settimana, dove di tanto in tanto ci saranno anche interventi di specialisti del settore che racconteranno le proprie esperienze e dimostreranno le proprie capacità.

Torno Subito 2019

Torno Subito è il programma della Regione Lazio che finanzia il miglioramento delle competenze di studenti e laureati e il successivo reimpiego delle stesse all’interno del tessuto produttivo regionale.

COME SI ARTICOLA

Il percorso si articola in 2 fasi principali:

A) FASE 1: percorso formativo fuori dalla regione Lazio, in Italia o in uno qualsiasi dei Paesi del Mondo:

che prevede la possibilità di frequentare un corso di formazione oppure di realizzare una work esperience presso un Ente/azienda.

È possibile inserire nel proprio progetto qualsiasi corso abbia i requisiti descritti dall’Avviso Pubblico.

Il corso da noi proposto è: Barista Campus

B) FASE 2: destinata al reimpiego delle competenze acquisite nella Fase 1, all’interno della regione Lazio, attraverso lo svolgimento di:

  • tirocini, presso un soggetto ospitante-partner (pubblico o privato)
  • percorsi di accompagnamento all’auto imprenditorialità presso un co-working

CHI PUÒ PARTECIPARE a Torno Subito

Soggetti ammessi a presentare proposte

I soggetti ammessi a presentare proposte sono cittadini italiani e stranieri, disoccupati o inoccupati, residenti nel Lazio da almeno 6 mesi (autocertificazione sottoposta al controllo anagrafico ai sensi del DpR 445/2000), di età compresa tra i 18 e i 35 anni (36 anni non ancora compiuti), con i seguenti requisiti:

  • – studenti universitari oppure
  • – laureati oppure
  • – studenti e diplomati delle scuole ad alta specializzazione tecnologica riconosciuti come “Istituti Tecnici Superiori” oppure
  • – diplomati, solo per chi presenta proposte progettuali a valere sui seguenti ambiti: prefessioni del cinema; professioni della cucina e dell’enogastronomia,
  • – aver concluso negli anni 2016, 2017, 2018 il percorso triennale di IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) – “Operatore addetto alla ristorazione” – indirizzo “Preparazione pasti” ed indirizzo “Servizi sala e bar” realizzato presso istituti con sede in regione Lazio per chi presenta proposte progettuali a valere sull’ambito professioni della cucina e dell’enogastronomia.

I suddetti requisiti, a pena di esclusione, dovranno essere posseduti al momento della presentazione della domanda.

La condizione di inoccupazione o disoccupazione deve essere mantenuta nei periodi di svolgimento dell’attività progettuale di Fase 1 e di Fase 2 e pertanto i destinatari del Programma non potranno nei suddetti periodi conseguire alcun reddito sia da lavoro dipendente sia da lavoro autonomo.

Scopo ed articolazione dell’iniziativa

Torno Subito 2019 mira alla promozione di progetti finalizzati al miglioramento e alla valorizzazione delle competenze delle giovani generazioni.

I progetti presentati dai singoli Proponenti, prevedono percorsi integrati di alta formazione ed esperienze in ambito lavorativo, prima fuori dalla regione Lazio e successivamente all’interno del territorio regionale. Ciascun progetto deve coinvolgere, oltre al Proponente, 2 Soggetti partner-ospitanti, che dovranno essere liberamente individuati e coinvolti dallo stesso Proponente.

I proponenti potranno presentare progetti articolati in due fasi principali:

    • A) FASE 1 – da svolgere fuori dal territorio della regione Lazio, in altre regioni italiane, Paesi UE, altri Paesi Europei ed extra europei, finalizzata ad acquisire maggiori conoscenze, competenze e abilità professionali attraverso un’attività formativa o un’esperienza in ambito lavorativo (stage, training on the job) da svolgere presso un Soggetto ospitante-partner che può essere un’ università, ente di ricerca, organizzazione, pubblica o privata, già individuata in fase di presentazione della domanda.Per motivi legati alla sicurezza, nella scelta del paese estero della Fase 1 si raccomanda di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che indica la mappa dei paesi considerati a rischio. Si raccomanda, inoltre, di iscriversi al portale www.dovesiamonelmondo.it

  • B) FASE 2 – da svolgere obbligatoriamente nel territorio della regione Lazio, finalizzata al reimpiego delle competenze acquisite nella Fase 1, attraverso tirocini o percorsi di accompagnamento all’autoimprenditorialità, presso un Soggetto ospitante-partner che potrà essere:
    • • un’ università o ente di ricerca, un’organizzazione, pubblica o privata, profit o non profit già individuata in fase di presentazione della domanda;
    • • un coworking, già individuato in fase di presentazione della domanda, nel caso in cui il progetto preveda un percorso di autoimprenditorialità.

    In caso di percorso finalizzato all’autoimprenditorialità il coworking ospitante, scelto dal Proponente, dovrà possedere le seguenti caratteristiche minime:

    1. a. avere la sede operativa nel Lazio;
    2. b.essere attivo da almeno 6 mesi dal giorno della pubblicazione del presente Avviso;
    3. c.essere un sistema/struttura che condivida spazi fisici, connessione internet, servizi di supporto, attrezzature e altre risorse che siano accessibili ai fruitori;
    4. d.avere un numero di postazioni lavorative destinate al coworking non inferiore a 10;
    5. e.i soggetti ammissibili sono: associazioni, fondazioni, imprese, reti di imprese, consorzi, cooperative; non è previsto l’obbligo di iscrizione al Registro delle imprese e nemmeno quello di possedere la personalità giuridica riconosciuta per le associazioni;
    6. f. oggetto dello statuto che preveda tra le attività la creazione/gestione di spazi collaborativi di lavoro (coworking, fab lab, attività di sharing economy);
    7. g.sito web che illustri le attività dello spazio collaborativo di lavoro e le caratteristiche dei professionisti e delle imprese attive nello spazio nonché attesti l’aver promosso, a partire dalla data di costituzione dello spazio di coworking, incontri, conferenze, approfondimenti tematici, workshop, attività di animazione territoriale, iniziative pubbliche rivolte a chi svolge lavoro indipendente, a giovani, a persone inoccupate e a microimprese.

Ciascun progetto dovrà fare riferimento ad una delle 2 linee progettuali di seguito indicate e meglio specificate nell’art. 4 del presente Avviso:

  • • Linea progettuale 1 – “Torno Subito Formazione”
  • • Linea progettuale 2 – “Torno Subito Work Experience”

Modalità di presentazione dei progetti

I progetti dovranno essere presentati esclusivamente attraverso la compilazione del formulario on-line, seguendo la procedura telematica e le istruzioni operative che saranno fornite a corredo. La procedura telematica per la presentazione dei progetti è disponibile sul sito www.regione.lazio.it/tornosubito, all’interno della sezione “Bando 2019”.

L’accesso al formulario per la presentazione dei progetti prevede:

  • 1. Una registrazione on-line preliminare, nel corso della quale dovrà essere allegata copia scannerizzata del documento di identità del Proponente in corso di validità. La registrazione è finalizzata ad acquisire l’identità del Proponente, rilasciare un ID univoco di progetto e le password per l’accesso alla fase di compilazione del formulario;
  • 2. Una volta ottenuta la password di accesso, potrà essere avviata la compilazione del formulario on-line. La fase di compilazione potrà essere interrotta e riavviata anche a più riprese. La compilazione prevede una sezione anagrafica e di acquisizione di dati statistici, una sezione di compilazione del CV del proponete e sezioni dedicate alla descrizione del progetto e relativo budget.
  • 3. I dati inseriti per la compilazione del formulario on line potranno essere liberamente modificati e rivisti sino al momento dell’invio telematico, previsto a chiusura della procedura di compilazione con l’apposito tasto invia progetto.
  • 4. Una volta effettuato l’invio ufficiale il progetto non potrà essere più modificato, ma soltanto visualizzato e stampato e nessun documento in formato digitale potrà essere aggiunto.

Alla domanda di partecipazione, inoltre, dovranno essere allegati i seguenti documenti:

    • a. obbligatori:
      • • su carta intestata o recante timbro¹ del Partner-ospitante fuori dalla regione Lazio per la Fase 1 di Torno Subito Work Experience (Allegato 1);
      • • Preventivo assicurazione sanitaria o copia di polizza sanitaria intestata al partecipante in corso di validità per chi svolge la Fase 1 in Paesi extraeuropei;
      • • Preventivo/Documentazione Corso di formazione per la Fase 1 di Torno Subito Formazione;
      • • Lettera di adesione su carta intestata o recante timbro del Soggetto partner-ospitante² nella regione Lazio per la Fase 2 di tutte le Linee progettuali (Allegato 2);
      • • Presentazione aziendale del soggetto ospitante-partner di Fase 1;
      • • Presentazione aziendale del soggetto ospitante-partner di Fase 2.

Come già indicato, la mancata presentazione del preventivo del corso di formazione di cui al punto a), anche nel caso in cui il corso non comporti alcun costo e sia a titolo gratuito, è causa di esclusione. Pertanto, la partecipazione ad attività formative a titolo non oneroso richiede che sia allegato alla documentazione un documento, anche sotto forma di dichiarazione da parte del soggetto ospitante, che ne comprovi la gratuità. In ogni caso, nessun costo che non sia stato espresso sotto forma di preventivo potrà essere riconosciuto.

      • 1 La carta intestata o il timbro da apporre alle lettere di adesione afferenti lo svolgimento della Work Experience di Fase 1 deve necessariamente contenere le seguenti informazioni:
        • – Ragione Sociale
        • – Città e Indirizzo della sede legale
        • – Partita IVA o Codice Fiscale (o codici equipollenti del paese estero)
      • 2 La carta intestata o il timbro da apporre alle lettere di adesione afferenti lo svolgimento della Fase 2 deve necessariamente contenere le seguenti informazioni:
        • – Ragione Sociale
        • – Città e Indirizzo della sede legale
        • – Partita IVA o Codice Fiscale (o codici equipollenti del paese estero)

  • b. non obbligatori:
    • • Attestazione ISEE in corso di validità, sottoscritta a partire dal il 15 gennaio 2019, rilasciata da un CAF, da un commercialista o direttamente dall’INPS;
    • • Certificazione medica della condizione di disabilità ed eventuale preventivo dei costi di accompagnamento richiesti.

La presentazione della documentazione non obbligatoria vale soltanto ai fini dell’attribuzione del punteggio previsto dalla griglia di valutazione di cui all’art. 9.

Gli allegati per ogni singola sezione di compilazione della domanda di partecipazione , debitamente compilati e ove previsto sottoscritti, devono essere scansionati in un unico file complessivo in formato PDF, per essere caricati sul sistema informatizzato predisposto per la candidatura (formulario on-line) attraverso la funzione “allega”, seguendo le istruzioni operative fornite nei diversi moduli di compilazione.

Il Proponente è totalmente responsabile della veridicità, correttezza ed esaustività dei dati da lui stesso inseriti.

L’accesso alla compilazione del formulario on-line per la presentazione dei progetti è previsto a partire dalle ore 12:00:00 di giorno 06/05/2019. L’invio telematico dei progetti dovrà avvenire a pena di esclusione entro e non oltre le ore 12:00:00 del 21/06/2019.

I progetti per i quali non sarà eseguito il comando invia progetto entro la scadenza sopra indicata (ora limite per l’acquisizione) non saranno acquisiti dal sistema e non potranno essere valutati per l’ammissione al finanziamento.

I candidati si impegnano ad attivare un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata) per ricevere eventuali comunicazioni ufficiali da parte di DiSCo e si impegnano a mantenerla attiva sino alla fine delle attività complessive del Programma.

ATTENZIONE!

Dalle ore 12:00:01 del giorno fissato per la scadenza per la presentazione della candidatura, la procedura on-line non sarà più disponibile per la modifica e/o chiusura ed inoltro della domanda. DiSCo, qualora ne ravvisi la necessità, si riserva di richiedere successivamente altri documenti, in aggiunta a quelli innanzi prescritti.

L’invio tramite procedura on-line della domanda e dei relativi allegati non comporta la presunta completezza della stessa con riferimento ai dati forniti e alla documentazione allegata, dal momento che detto esame rientra nella successiva fase procedimentale dell’istruttoria.

L’assistenza informatica relativa ad eventuali problematiche di compilazione ed invio delle candidature, disponibile sulla sezione “Bando 2019” del sito web www.regione.lazio.it/tornosubito, sarà garantita tutti i giorni feriali a partire dalla data di accesso al formulario dalle ore 10 alle ore 17.

Dalle ore 16:00:00 del 19/06/2019 non saranno prese in considerazione richieste di assistenza relative alla mancata finalizzazione della candidatura, a problemi di invio e trasmissione dei dati, a problemi derivanti da eventuale sovraccarico dei sistemi informatici e/o eventuali messaggi di errore o indisponibilità dei server.

Si consiglia di inviare la candidatura almeno 3 giorni prima della data di chiusura al fine di evitare possibili problematiche tecniche di collegamento al formulario on line dovute al sovraccarico di utenti in linea nello stesso momento.